lunedì 28 dicembre 2015

Mr. Darcy Noble Connections di Abigail Reynolds | Recensione

Carissimi Lettori e Amici di Old Friends & New Fancies,


parliamo oggi di un derivato che è stato di recente tradotto in italiano, ovvero Mr. Darcy's Noble Connections di Abigail Reynolds, che in italiano è stato tradotto come I parenti nobili di Mr. Darcy.





Abigail Reynolds è sempre stata una pioniera, che ha desiderato per i suoi libri più di quello che le veniva offerto dal mercato americano, proponendo sempre novità e rischiando di sbagliare e di rimetterci di persona.

È stata lei a inventare le Pemberley Variations (dette anche Pride and Prejudice Variations), delle storie in cui il percorso di Darcy ed Elizabeth cambia rispetto a Orgoglio e pregiudizio, prendendo delle strade diverse che, tuttavia, portano i due protagonisti sempre allo stesso lieto fine. È stata lei che per prima tre le autrici di Austen Inspired Novels ha fatto realizzare un audiolibro, senza sapere cosa aspettarsi. 
Infine è stata lei che, pur non essendo contattata da case editrici straniere, ha cercato di far tradurre i suoi libri in altre lingue, italiano compreso. 
Il primo tentativo è stato fatto con La lettera di Mr. Darcy, pubblicato nel 2013 dall'etichetta editoriale To Be Continued
Poi Abigail ha deciso di affidarsi a Babbelcube, puntando il frutto del suo lavoro alla roulette. E, questa volta, pur non meritandolo affatto, ha perso parecchio.

SCHEDA LIBRO
Autore: Abigail Reynolds
Titolo: I parenti nobili di Mr. Darcy
Titolo originale: Mr. Darcy's Noble Connections
Traduzione di Irene Aprile
Casa Editrice: White Soup Press
Pagine: 348
Data pubblicazione: 5 novembre 2015
Descrizione: C’è solo un fatto su cui il famigerato libertino Lord Charles Carlisle e suo cugino, Fitzwilliam Darcy, si trovano d’accordo: un ricevimento dato dalla Marchesa di Bentham è destinato ad essere intollerabile. Per alleviare la sua noia, Lord Charles, accetta di scommettere che sarà in grado di sedurre la graziosa amica di sua sorella durante il loro soggiorno a Bentham Park. Dopo tutto, sono soldi facili per un seduttore di esperienza. Perchè dovrebbe importargli se il suo serio cugino Darcy disapprova?

Ma quando Darcy scopre che il nuovo obiettivo di Lord Charles è nient’altro che Elizabeth Bennet, la donna che ha rifiutato la proposta di matrimonio di Darcy, non può stare in disparte e guardare la donna che ama ancora mentre viene spietatamente rovinata. Quello che non sa è che Lord Charles ha un oscuro segreto e che le sue attenzioni verso Elizabeth potrebbero non essere quello che sembrano. Dopo un salvataggio di mezzanotte, incontri clandestini, un figlio perduto da tempo, ricatti e un tentativo di fuga d’amore, tutti saranno d’accordo che questo ricevimento è stato tutto tranne che intollerabilmente noioso.
Compralo su Amazon 
(edizione italiana)  Paperback  Kindle
(edizione inglese) ☞ Paperback ☞ Kindle



RECENSIONE DI LizzyGee

Una buona Variation
 e 1/2
Ma per la traduzione chiamate Cassandra!


Sono stata contentissima di vedere questo titolo di Abigail Reynolds tradotto in italiano. So quanto lei ci tenga a veder pubblicati i suoi romanzi in altre lingue e conosco il suo impegno e la sua professionalità.
Ma, sin dalle prime pagine di questo libro, mi sono resa conto che la traduzione non era stata affidata a un professionista all'altezza dell'incarico, purtroppo. Errori di ortografia, di grammatica, costruzioni che rispecchiavano tanto la costruzione inglese da risultare macchinose, un uso spropositato di avverbi di modo, l'utilizzo di troppe di "d" eufoniche che, è vero, ci vengono insegnate alle elementari, ma in editoria sono ormai considerate barocche.
Ma non voglio infierire elencando tutte le magagne che ho trovato, perché non mi sembra il caso di salire in cattedra in qualità di traduttrice. 
Mi limiterò a dire, da lettrice, che all'ennesimo confronto col testo originale di Abigail Reynolds, ho spento il dispositivo con l'e-book in italiano e mi sono rilassata a leggere il testo inglese, molto più scorrevole e rilassante. Perché volevo scrivere una recensione onesta sul romanzo di Abigail Reynolds, e con quella traduzione italiana, invece, non riuscivo a restare abbastanza lucida da valutare il romanzo in sé e per sé. [A proposito, la traduttrice non sa che che il pronome personale di terza persona sé vuole l'accento acuto, quindi preparatevi a confonderlo con la congiunzione se... OK, basta, la smetto di parlare della traduzione!!!]

Questa Variation può essere letta tranquillamente anche da chi non conosce Orgoglio e pregiudizio. Da lettrice di romance, ho cercato - per quanto impossibile - di dimenticare le vicende di Darcy e Lizzy prima dell'inizio di Mr. Darcy's Noble Connections, e mi sono resa conto che la Reynolds ha fatto un ottimo lavoro nel dare dei riferimenti piuttosto esaustivi per conoscere i due protagonisti senza tuttavia sentire il vuoto di quel pezzo mancante che va dal ballo nelle Assemby Rooms di Meryton alla dichiarazione nella canonica di Hunsford. 
Il romanzo inizia dunque un paio di mesi dopo la lettera di Mr. Darcy, in occasione di un party in campagna nello Yorkshire, dove sia Darcy che Elizabeth vengono invitati in qualità di "paravento" dai rispettivi amici, Lady Eleanor Carlisle e Mr. Paxton, che si amano in segreto.

Lady Eleanor è figlia del Marchese di Bentham e amica d'infanzia di Elizabeth. Alla morte della madre di Eleanor, quando la zia Gardiner, una lontana parente dei Bentham, va a porre le sue condoglianze, Eleanor è talmente addolorata da riuscire a riprendersi solo grazie all'intervento di Lizzy, del suo brio, della sua energia e delle sue marachelle. Ogni estate da allora Lizzy è andata a trovare Eleanor e ha studiato con lei; ha preso lezioni di ballo e di tutto ciò che era indispensabile per farne una signorina educata proprio come la sua amica, figlia di un marchese. È interessante pensare come la Reynolds ci faccia supporre che la migliore educazione di Lizzy rispetto alle sorelle sia dovuta a questa frequentazione altolocata. Ma le estati di Elizabeth a Bentham Park si sono interrotte quando il marchese si è risposato con una donna che ha considerato Lizzy troppo inferiore socialmente per Eleanor.

Darcy invece, che ha anche una lontana parentela con gli inquilini di Bentham Park, viene convocato dall'amico Paxton, un compagno d'università di bassa estrazione sociale, ma di grande ricchezza, che si rivela essere l'amico che ha presentato Bingley a Darcy e che è innamorato della bella vicina di casa, Lady Eleanor. Cresciuti insieme, Paxton ed Eleanor, sono innamorati da sempre, ma le ambizioni della matrigna di Eleanor presto metteranno fine alle loro speranze, dato che Lady Bentham insiste affinché la figliastra sposi Lord Denycourt. Paxton non è stato neanche invitato al party; è per questo che spera che l'intervento dell'amico Darcy gli procuri un invito che gli faccia passare un po' di tempo con la sua amata. 

E, in effetti, è così. Darcy, che è anche molto amico del figlio primogenito del marchese, che è stato estraniato dalla famiglia a causa delle circostanze poco chiare di un duello, va a trovare Bentham dato che si trova in zona, e viene invitato a prendere parte alla riunione mondana, in cui un ottimo partito come lui è sempre benaccetto. Porterà con sé il suo amico Paxton, di cui è ospite.
Né Paxton né Eleanor sanno che i loro amici si conoscono già e quel che c'è stato tra loro, sebbene entrambi abbiano parlato della proposta di matrimonio di Hunsford senza fare nomi.

Da quel momento in poi il romanzo sembra diventare una vera e propria commedia di Shakespeare. Del resto, la stessa Reynolds dice:
This was starting to sound like one of Shakespeare's play about mismatched lovers. All that they would need was a scene where she [Elizabeth] and Eleanor disguised themselves as each other to be married to the correct man. But that would mean Elizabeth herself would be married to Mr. Darcy! What in the world was she thinking? 
Stava cominciando a sembrare una commedia di Shakespeare con innamorati mal assortiti. Serviva solo una scena in cui lei [Elizabeth] ed Eleanor si travestissero, scambiandosi i ruoli, per sposare l'uomo giusto. Ma questo avrebbe significato che Elizabeth avrebbe dovuto sposare Mr. Darcy! Cosa diamine stava pensando?
A questo intreccio già piuttosto complesso si aggiunge la figura di Lord Charles Carlisle, il figlio secondogenito di Lord Bentham, che è un vero libertino e che fa una scommessa giocando sull'onore di Elizabeth, che rischia di essere sedotta dal bellimbusto solo per gioco!
Naturalmente Darcy veglia sulla reputazione di Lizzy come uno sparviero... ma non voglio svelarvi nulla. Mi limiterò a dirvi che i discorsi "a cuore aperto" di Lord Charles somigliano pericolosamente a certe "confessioni" fornite da Wickham...

Le dinamiche tra Darcy e Lizzy in questo romanzo sono un po' cambiate: innanzi tutto c'è già stata la dichiarazione di Hunsford, poi la presenza di altre persone che fanno pressione su di loro a questo punto della storia fa scattare dei meccanismi di gelosia che in Orgoglio e pregiudizio non ci sono.

Bellissima la figura della marchesa vedova, che è una Fitzwilliam fatta e finita (è zia della madre di Darcy), tanto da ricordare molto da vicino Lady Catherine de Bourgh in alcuni suoi atteggiamenti.

Un'ottima Variation che vede la storia d'amore tra Darcy ed Elizabeth svilupparsi in presenza personaggi completamente estranei al romanzo di Jane Austen, vede un Darcy costretto dall'onore e dai legami d'amicizia a fare quello che non avrebbe mai voluto fare, e un intreccio molto articolato e originale. L'unico appunto che si può fare alla Reynolds è l'aver dovuto sistemare tutti i personaggi in un unico romanzo, creando un finale piuttosto affollato e forse troppo rapido. Se si fosse trattato di qualche altro romance ed Elizabeth e Darcy fossero stati due protagonisti meno "famosi", forse si sarebbe potuto risolvere con un secondo romanzo, che si sarebbe occupato della storia di due personaggi qui secondari.


 Link Utili

0 commenti:

Posta un commento

Segui le Conversazioni!