sabato 24 gennaio 2015

Gruppo di Lettura: Giuramenti d'innamorati di Elizabeth Inchbald

Carissimi Lettori e Amici di Old Friends & New Fancies,

Eccoci giunti alla fase conclusiva dei festeggiamenti per il Bicentenario di Mansfield Park
Questa volta non leggeremo un derivato, ma la commedia che fa da protagonista all'interno del romanzo austeniano dal capitolo 13 al capitolo 18. 
Sì, avete capito bene: leggeremo Lovers' Vows, Giuramenti d'innamorati, che Elizabeth Inchbald traspose liberamente dall'originale tedesco Das Kind der Liebe (Il figlio dell'amore) di August von Kotzebue nel 1790.

La conoscenza della commedia, che era piuttosto nota all'epoca, è fondamentale per comprendere le dinamiche all'interno della compagnia teatrale amatoriale improvvisata a Mansfield Park. E ci piacerebbe discuterne con voi.

In realtà questa lettura era prevista sul nostro blog a febbraio 2014, un anno fa esatto. Purtroppo, come sapete, gli hacker ci hanno bloccate per un po', facendo slittare il Gruppo di Lettura alla fine del nostro anno di celebrazioni.

Riportiamo qui l'introduzione di Giuseppe Ierolli alla sua traduzione dell'opera della Inchbald.

INTRODUZIONE A LOVERS' VOWS

Nella vicenda della recita mancata a Mansfield Park, che si sviluppa nei capp. 13-18 del romanzo, con una coda nel capitolo successivo, dove è descritto lo smantellamento dello scenario a seguito dell'inaspettato arrivo di Sir Thomas, JA utilizzò un'opera teatrale molto famosa all'epoca, Lovers' Vows, la cui conoscenza dava per scontata nei suoi lettori, in particolare nel cap. 14, dove la discussione sull'attribuzione delle parti è molto più comprensibile se si conosce la commedia e il ruolo di ciascuno dei personaggi. La rivalità tra Maria e Julia per il ruolo di Agatha diventa infatti molto più chiara, se si conoscono i numerosi momenti in cui chi impersona il ruolo di Agatha ha la possibilità di avere un contatto fisico con Frederick (la parte assegnata a Mr. Crawford), il figlio tornato dopo molti anni, che dev'essere naturalmente più volte abbracciato e stretto al petto. 
Lovers' Vows ("Giuramenti di innamorati") è un libero adattamento in inglese di un'opera teatrale di August von Kotzebue (1761-1819), Das Kind der Liebe ("Il figlio dell'amore"), del 1790. Il testo inglese è di Elizabeth Inchbald (1753-1821), che nella prefazione all'opera precisa di aver lavorato su una traduzione letterale dal tedesco (non sua, dato che si confessa "totalmente ignara della lingua tedesca") e di aver adattato la vicenda al gusto inglese. La commedia fu rappresentata per la prima volta al Covent Garden l'11 ottobre 1798, ebbe un successo immediato e fu poi replicata per anni nei teatri inglesi e stampata più volte in volume. (G. Ierolli da jausten.it)

Una locandina del 1802
Leggeremo la commedia in un'unica tappa:

Dal 31 GENNAIO al 6 FEBBRAIO 2015

Vi ricordiamo che sul web la commedia è disponibile sia in inglese che nella sua traduzione italiana a cura di G. Ierolli.




Per chi invece volesse un'edizione cartacea, consigliamo L'Edizione Speciale del Bicentenario di Mansfield Park di JASIT in cui si può trovare in Appendice la traduzione di Giuramenti d'innamorati, sempre a cura di G. Ierolli.


Pronti? Aspettiamo con ansia le vostre numerose adesioni!

Naturalmente, chi volesse, può continuare a festeggiare, assaporando nuovi derivati di Mansfield Park o rileggendo quelli che ha gradito maggiormente. 
QUI troverete alcuni dei derivati del terzo romanzo di Jane Austen e i link alle nostre recensioni.

 Link Utili

0 commenti:

Posta un commento

Segui le Conversazioni!