venerdì 1 aprile 2016

Gruppo di Lettura Wrong About the Guy di Claire LaZebnik | Prima Tappa

Carissimi Lettori e Amici di Old Friends & New Fancies,

Iniziamo oggi una nuova avventura con il Quinto Gruppo di Lettura nell'ambito del Bicentenario di Emma,
Wrong About the Guy 
di Claire LaZebnik



Si tratta di un retelling in chiave moderna e Young Adult di Emma e, poiché le nostre precedenti esperienze con i romanzi di quest'autrice sono state più che positive, speriamo che la LaZebnik non ci deluda neanche questa volta.
SCHEDA LIBRO

Autore: Claire LaZebnik
Titolo: Wrong About the Boy
Casa editrice: HarperTeen
Pagine: 373
Data pubblicazione: 21 aprile 2015
Descrizione: Ellie Withers non è affatto viziata, e desidererebbe che George Nussbaum smettesse di insinuare il contrario. Non è certo colpa sua se il suo patrigno è diventato una star televisiva e sono andati ad abitare in una casa enorme, mentre la gente la adula ovunque vada. A Ellie non piace neanche essere adulata! Per fortuna, i suoi due migliori amici la comprendono molto meglio di George: Heather Smith ha voluto bene a Ellie prima di sapere chi fosse il  suo patrigno, e il padre del bell'Aaron Marquand è altrettanto famoso.
Quando Aaron torna in città e nella vita di Ellie, la ragazza sente che le cose vanno per il verso giusto – o che così potrebbe essere, se la madre non avesse assunto George per farle da tutor. George ha l'abitudine di far sentire Ellie meno sicura di sé, un po' meno sul piedistallo, col dubbio di non avere sempre ragione su tutto. È come se George desiderasse che Ellie fosse una persona migliore.
Quando i suoi progetti per la famiglia, gli amici e persino l'amore non prendono la piega che Ellie si aspettava, la ragazza comincia a chiedersi se non sia il caso di imparare una cosa o due, dopo tutto... e se fosse possibile – o anche probabile – che la persona più indicata a insegnarle possa essere l'ultima persona che si aspetterebbe.

Compralo su Amazon: 
– Paperback
– Kindle

CALENDARIO
1-7 aprile -- One - Thirteen
8-14 aprile -- Fourteen - Twenty-five
15-21 aprile -- Twenty-six - Thirty-eight

Pronti per questa nuova avventura? Vi aspettiamo numerosi!
BUONA LETTURA!

 Link utili
– Bicentenario di Emma
Invito al Gruppo di Lettura
– Recensione di The Last Best Kiss
– Recensione Epic Fail Recensione The Trouble With Flirting

6 commenti:

Gabriella Parisi ha detto...

Finita già la prima tappa. La LaZebnik è scorrevolissima come ricordavo, anche se non mi sembra che questa trama sia granché complessa (del resto, Emma è il trionfo della quotidianità).
Per ora mi sta piacendo molto che Mr. Elton sia stato trasformato in Elton (e basta), un college, a cui Ellie (Emma) sta cercando di far ammettere Heather (Harriet Smith). Una trovata geniale per un retelling YA di Emma in chiave moderna (e con protagoniste diciassettenni!)
Quello che mi preoccupa moltissimo, invece, è il piccolo Jacob. Non parla? È terrorizzato dai bottoni?
E come fa suo padre Luke a non esserne preoccupato? o.O
Quanto ha, tre, quattro anni? Perché non lo portano da un terapista come vorrebbe la madre.

Gabriella Parisi ha detto...

È evidente che qui la madre di Ellie sia Miss Taylor (che infatti è Mrs. Weston), e che il matrimonio tra Miss Taylor e Mr. Weston che apre Emma sia il quinto anniversario festeggiato alle Hawaii.
Per questo motivo, Frank Churchill deve necessariamente essere estraneo alla famiglia, e infatti è Aaron Marquand, il figlio del produttore di Luke.

Elisabetta ha detto...

E' davvero un piacere leggere la LaZebnik! Fossero tutti così i libri in lingua che leggo, leggerei solo quelli!!
Anch'io ho trovato molto ingegnosa la trovata della trasformazione di Mr Elton in un college rinomato... Effettivamente considerando la giovane età dei protagonisti mi sembra eccessivo parlare di matrimonio... elemento che invece è stato ignorato in Emma: a modern retelling.
Io invece ho trovato molto attuale l'atteggiamento di Luke nei confronti del figlio. Ultimamente è la prassi cercare di ignorare i difetti del proprio figlio perchè anche solo prendere in considerazione la possibilità che non sia normale è troppo doloroso. La mamma di Elli è allo stesso tempo sia miss Taylor (pensando a quanto concerne l'educazione) sia Mr Woodhouse per quanto riguarda l'apprensione delle patologie (anche se qui mi sembra una preoccupazione fondata).
Aaron come Frank mi sembra ben descritto: espansivo, affascinante, un po spendaccione e vanitoso.. mi chiedo chi possa essere la Fanny di questo libro (se c'è).
Heather è perfetta come Harriet. Ho apprezzato come abbiano inserito la presenza dei genitori per giustificare eventuali mancanze di libertà e goffaggini delle ragazza.
Non so se si è capito, ma mi sta piacendo molto.

Gabriella Parisi ha detto...

Quando dici Fanny intendi Jane Fairfax? Io ho già un bruttissimo sospetto (ma stiamo sforando nella seconda tappa...)
Anche a me piacciono molto le soluzioni della LaZebnik per quanto riguarda i personaggi.
E il fatto che il "prestigio sociale" dei personaggi austeniani qui sia trasformato in intelligenza.
Solo così George Nussbaum (Knightley) poteva essere superiore a Emma.

Gabriella Parisi ha detto...

Riguardo alla LaZebnik, spero che la traducano. Io la parolina a chi di dovere l'ho detta...

Elisabetta ha detto...

Ma sì, ma che miscuglio di nomi ho fatto?? Sto diventando vecchia...
Se c'è da votare per la traduzione, io ci sono!!!
Comunque io sto proseguendo con la lettura e... non dico nulla!!

Posta un commento

Segui le Conversazioni!