sabato 12 luglio 2014

My Jane Austen Summer di Cindy Jones

Carissimi Lettori e Amici di Old Friends & New Fancies,

Diamo oggi il via alla lettura di quello che sarà il nostro quarto Gruppo di Lettura nell'ambito dei festeggiamenti per il Bicentenario di Mansfield Park.
La nostra scelta è caduta su un retelling in chiave moderna che ha un titolo prettamente estivo:

MY JANE AUSTEN SUMMER di CINDY JONES

Questo GdL si svolgerà in maniera molto più free: potrete commentare il libro su questo post a partire da oggi, facendo attenzione a specificare a quale capitolo si è arrivati con la lettura per evitare spoiler. Potrete postare i vostri commenti sino a fine agosto, quando noi Lizzies pubblicheremo la recensione del romanzo. 
Poiché non abbiamo un calendario di lettura, il segnalibro per seguire le tappe sarebbe superfluo... e invece no! 
Noi Lizzies abbiamo pensato per voi una sorpresa che speriamo sia gradita. Seguiteci nei prossimi giorni e partecipate con noi a My Jane Austen Summer 2014!




SCHEDA LIBRO

Autore: Cindy Jones
Titolo: My Jane Austen Summer
Sottotitolo: A Season in Mansfield Park
Casa editrice: William Morrow & Co.
Pagine: 352
Data Pubblicazione: 29 marzo 2011
Sinossi: Lily si è sempre accontentata di relazioni insoddisfacenti per tutta la vita, nella speranza che una di esse diventasse importante come quelle degli amati romanzi di Jane Austen. Ma nell'ultimo periodo non riesce a trovare un posto che sia adatto a lei. Così, quando una sua amica la invita a trascorrere l'estate in Inghilterra e partecipare a un festival letterario incentrato su Jane Austen, Lily afferra l'occasione per reinventare se stessa. 
Lì, nella ricca e promettente ricostruzione del mondo di Mansfield Park, Lily incontra persone il cui desiderio di vivere in un romanzo è pari al suo. Ma i problemi della vita reale hanno la capacità di seguirti ovunque tu vada, e quelli di Lily la accompagnano sino in Inghilterra. Lily rischia di affrontare il fato di molti dei personaggi di Jane Austen, destinati a ripetere sempre gli stessi errori. 
My Jane Austen Summer ci mostra come ci si innamora, come si arriva a conoscere meglio se stessi e come si possa cambiare ed essere felici nel mondo reale.

Acquistalo su The Book Depository 
Acquistalo su Amazon (brossura o kindle).

 Link Utili

5 commenti:

Gabriella Parisi ha detto...

Letti i primi tre capitoli. Finora Lily mi sembra davvero disperata... L'atmosfera è davvero cupa e anche lo stile è piuttosto tetro....
Dico, almeno Austenland era frizzante...

Gabriella Parisi ha detto...

Faccio molta fatica a continuare a leggere: lo stile non mi piace affatto, sento i dialoghi troppo freddi e alcuni giochi di parole superflui e per nulla divertenti.
Capisco che ci sia un legame tra Lily e Fanny. In Texas (Portsmouth) era diventata un'appendice scomoda. In Inghilterra (Mansfield Park) non ha ancora una sua collocazione, ma forse riuscirà a ritagliarsi il suo posticino e a diventare indispensabile?
E, proprio come Fanny in MP, Lily non è questo grande campione di simpatia, altro motivo per cui si fa molta fatica a leggere...

Elisabetta ha detto...

Sono d'accordo con te.. faccio un enorme fatica a procedere perché a parte lo stile che non mi piace, sento tutto molto, troppo freddo e impersonale..
Lily non esprime sentimenti, rimane in un limbo dove non riesce a provare neanche rabbia per il fatto che una ragazza viziata le prende la catenina.. cioè, ma andiamo, sembrava che quello che la ragazza avesse preso fosse una catenina presa su una bancarella e non l'ultimo ricordo di sua madre...
Vediamo come procede..

.. credo di aver trovato il mio primo derivato che non mi soddisfa per niente...

Gabriella Parisi ha detto...

Oggi ho letto altri due capitoli - sono a metà circa.
Lily è davvero fredda come un ghiacciolo, sembra un'aliena. Sfido io che non riesca a trovare la sua collocazione in nessun luogo. Questo senso si avverte ancora di più perché il romanzo è scritto in prima persona!!! Se fosse scritto in terza sarebbe forse più accettabile no? Però, in realtà, questo la fa somigliare molto a Fanny, quindi, pazientiamo...
Carino l'espediente del diacono nelle stanze ai piani superiori, l'equivalente di Edmund. Willis è ermetico quanto Lily; del resto, lo vediamo con i suoi occhi.
Continuo a non digerire lo stile...

Elisabetta ha detto...

Giudizio intermedio per questo libro..
Non ho apprezzato la freddezza della protagonista che rimane estranea a tutto quello che le succede.. le emozioni che vengono descritte sembrano appartenere ad un'altra persona e nulla di quel che è avvenuto durante il romanzo mi ha fatto cambiare idea..
Se c'è un evoluzione della protagonista è povera di contenuti e le soluzioni finali troppo semplici..
Insomma carino (e forse sono stata anche generosa con il mio giudizio)

Posta un commento

Segui le Conversazioni!